Chi la fa l‘aspetti, AA.VV.

Dentro le storie Chi la fa l’aspetti 365 Storie e filastrocche per bambini, Gribaudo-Parragon La strega Wanda vagava in un bosco orribile e spettrale. Adorava lanciare incantesimi spaventosi e al solo pensiero di fare qualcosa di buono si sentiva male. Si divertì molto a trasformare un’aiuola di belle campanule in una poltiglia viscida e puzzolente. Poi diede all’albero una faccia raccapricciante, che avrebbe terrorizzato chiunque si fosse trovato a passare di lì. Strisciando nel sottobosco, Wanda s’imbatté in un mago che stava osservando uno stagno. Con la velocità di un fulmine agitò la bacchetta magica e il mago cadde dritto nell’acqua! Sebbene non fosse profonda, era molto fredda e piena di orrende alghe viscide. Il mago uscì con un gran balzo ed era talmente arrabbiato con Wanda che le lanciò un incantesimo non appena le fu atterrato vicino. Il suo grande mantello rosso avvolse la strega e iniziò a stringerla sempre più stretta. – Chiedi scusa! – tuonò il mago. – Altrimenti ti lascio così! Wanda era scioccata, perché aveva incontrato qualcuno più veloce e cattivo di lei! Si scusò immediatamente con il mago e promise che non avrebbe più fatto incantesimi cattivi. Una poltiglia viscida è un miscuglio quasi liquido, tipo fango. Comprendo Rispondi alle domande. Wanda era: una bambina. una strega. Incontrò: un mago. un rospo. Dove avvenne l’incontro? In un castello. In un bosco. Com’era la strega? Gentile. Cattiva. Scrivo Quali incantesimi ha fatto Wanda? Collega le immagini, poi racconta sul tuo quaderno. Segui l’esempio. Prima c’era un’aiuola di campanule, dopo una poltiglia viscida e puzzolente.
Dentro le storie   Chi la fa l’aspetti 365 Storie e filastrocche per bambini, Gribaudo-Parragon La strega Wanda vagava in un bosco orribile e spettrale. Adorava lanciare incantesimi spaventosi e al solo pensiero di fare qualcosa di buono si sentiva male. Si divertì molto a trasformare un’aiuola di belle campanule in una poltiglia viscida e puzzolente. Poi diede all’albero una faccia raccapricciante, che avrebbe terrorizzato chiunque si fosse trovato a passare di lì. Strisciando nel sottobosco, Wanda s’imbatté in un mago che stava osservando uno stagno. Con la velocità di un fulmine agitò la bacchetta magica e il mago cadde dritto nell’acqua! Sebbene non fosse profonda, era molto fredda e piena di orrende alghe viscide. Il mago uscì con un gran balzo ed era talmente arrabbiato con Wanda che le lanciò un incantesimo non appena le fu atterrato vicino. Il suo grande mantello rosso avvolse la strega e iniziò a stringerla sempre più stretta. – Chiedi scusa! – tuonò il mago. – Altrimenti ti lascio così! Wanda era scioccata, perché aveva incontrato qualcuno più veloce e cattivo di lei! Si scusò immediatamente con il mago e promise che non avrebbe più fatto incantesimi cattivi. Una poltiglia viscida è un miscuglio quasi liquido, tipo fango. Comprendo  Rispondi alle domande.  Wanda era:   una bambina.   una strega.  Incontrò:   un mago.   un rospo.  Dove avvenne l’incontro?   In un castello.   In un bosco.   Com’era la strega?   Gentile.   Cattiva. Scrivo  Quali incantesimi ha fatto Wanda? Collega le immagini, poi racconta sul tuo quaderno. Segui l’esempio. Prima c’era un’aiuola di campanule, dopo una poltiglia viscida e puzzolente.