Il marciapiede mobile, G. Rodari

Taccuino fantastico Parole chiave: racconto fantastico - città, invenzioni Educazione ambientale Il marciapiede mobile Gianni Rodari, I cinque libri - Storie fantastiche, favole, filastrocche, Einaudi Sul pianeta Beh hanno inventato un marciapiede mobile che gira tutt’intorno alla città. Come la scala mobile, insomma: soltanto che non è una scala, ma un marciapiede, e si muove a piccola velocità, per dare alla gente il tempo di guardare le vetrine e per non far perdere l’equilibrio a quelli che debbono scendere e salire. Sul marciapiede ci sono anche delle panchine, per quelli che vogliono viaggiare seduti, specialmente vecchietti e signore con la sporta della spesa. I vecchietti, quando si sono stancati di stare ai giardini pubblici e di guardare sempre lo stesso albero, vanno a fare una crociera sui marciapiedi. Stanno comodi e beati. Chi legge il giornale, chi fuma il sigaro, si riposano. Grazie all’invenzione di questo marciapiede sono stati aboliti i tram, i filobus e le automobili. La strada c’è ancora ma è vuota, e serve ai bambini per giocarci alla palla, e se un vigile urbano tenta di portargliela via, prende la multa. Ci penso un posto per giocare Com’è il posto in cui vivi? C’è un parco, un quartiere dove puoi giocare senza pericolo? Ti piacerebbe vivere in un posto come quello descritto nel racconto?
Taccuino fantastico  Parole chiave: racconto fantastico - città, invenzioni Educazione ambientale Il marciapiede mobile Gianni Rodari, I cinque libri - Storie fantastiche, favole, filastrocche, Einaudi Sul pianeta Beh hanno inventato un marciapiede mobile che gira tutt’intorno alla città. Come la scala mobile, insomma: soltanto che non è una scala, ma un marciapiede, e si muove a piccola velocità, per dare alla gente il tempo di guardare le vetrine e per non far perdere l’equilibrio a quelli che debbono scendere e salire. Sul marciapiede ci sono anche delle panchine, per quelli che vogliono viaggiare seduti, specialmente vecchietti e signore con la sporta della spesa. I vecchietti, quando si sono stancati di stare ai giardini pubblici e di guardare sempre lo stesso albero, vanno a fare una crociera sui marciapiedi. Stanno comodi e beati. Chi legge il giornale, chi fuma il sigaro, si riposano. Grazie all’invenzione di questo marciapiede sono stati aboliti i tram, i filobus e le automobili. La strada c’è ancora ma è vuota, e serve ai bambini per giocarci alla palla, e se un vigile urbano tenta di portargliela via, prende la multa. Ci penso un posto per giocare  Com’è il posto in cui vivi? C’è un parco, un quartiere dove puoi giocare senza pericolo? Ti piacerebbe vivere in un posto come quello descritto nel racconto?