Tutti hanno paura, M. L. Giraldo

Emozioni piccole e grandi Parole chiave: racconto realistico - pericoli e paura Educazione all’affettività Tutti hanno paura Maria Loretta Giraldo, Anna e la paura più grande, San Paolo Edizioni Abbiamo scoperto che anche i grandi hanno paura. Per esempio la maestra Giovanna ha confessato di essere una gran fifona, perché, quando vede un topo, muore di paura. – Tutti, qualche volta hanno paura, – ha detto la maestra Michela – grandi e piccoli. Ma anche la paura può essere utile. – Ehhh??!! – abbiamo fatto noi, perché eravamo stupiti. – La paura serve a dirci quali sono le cose pericolose – ci ha spiegato la maestra. – Se non avesse paura, la gente attraverserebbe la strada senza guardare, oppure infilerebbe le dita nelle prese della corrente. – E poi ci sono le piccole paure che servono a diventare grandi, – ha continuato la maestra Michela – come succede il primo giorno di scuola, quando non si conoscono gli altri bambini e neanche le maestre. Allora si deve vincere la paura di entrare in classe e di parlare con gli altri. E poi si scopre che non c’era nessun motivo di preoccuparsi. Parlo Secondo te ci sono delle cose di cui è giusto avere paura? Discutine in classe con i compagni. Scrivo E a te che cosa fa paura? Scrivilo qui sotto. Ho paura quando ma poi mi faccio coraggio e
Emozioni piccole e grandi  Parole chiave: racconto realistico - pericoli e paura Educazione all’affettività Tutti hanno paura Maria Loretta Giraldo, Anna e la paura più grande, San Paolo Edizioni Abbiamo scoperto che anche i grandi hanno paura. Per esempio la maestra Giovanna ha confessato di essere una gran fifona, perché, quando vede un topo, muore di paura. – Tutti, qualche volta hanno paura, – ha detto la maestra Michela – grandi e piccoli. Ma anche la paura può essere utile. – Ehhh??!! – abbiamo fatto noi, perché eravamo stupiti. – La paura serve a dirci quali sono le cose pericolose – ci ha spiegato la maestra. – Se non avesse paura, la gente attraverserebbe la strada senza guardare, oppure infilerebbe le dita nelle prese della corrente. – E poi ci sono le piccole paure che servono a diventare grandi, – ha continuato la maestra Michela – come succede il primo giorno di scuola, quando non si conoscono gli altri bambini e neanche le maestre. Allora si deve vincere la paura di entrare in classe e di parlare con gli altri. E poi si scopre che non c’era nessun motivo di preoccuparsi. Parlo  Secondo te ci sono delle cose di cui è giusto avere paura? Discutine in classe con i compagni. Scrivo  E a te che cosa fa paura? Scrivilo qui sotto.   Ho paura quando   ma poi mi faccio coraggio e