Brutti sogni, P. Parazzoli

PAROLE CHIAVE: poesia - incubi, mostri, paura BRUTTI SOGNI Paola Parazzoli, Aiuto che paura! Filastrocche scacciamostri, Fabbri Le luci si spengono, si attenua ogni suono. Gli occhi sono pesanti e al sonno mi abbandono. Mi trovo in un castello tra dame e cavalieri, che cavalcano armati i loro bei destrieri. Ma ecco arriva un drago dall aspetto feroce, spalanca le sue fauci io fuggo via veloce. Precipito precipito e volo a testa in giù, e mi ritrovo immerso in un oceano blu. Oddio non ce la faccio e sto per annegare... Nel sonno mi dibatto, e comincio a gridare. EMOZIONI PICCOLE E GRANDI I destrieri sono cavalli di ottima razza, usati per correre in battaglia. Le fauci sono la bocca degli animali feroci. Spalanco gli occhi al buio, ho accanto la mia mamma: solo un brutto sogno, tranquillo, fai la nanna! Ma quando sono in salvo compare un mostro orrendo, io so che vuol mangiarmi e già mi sta inseguendo. Sono terrorizzato, e corro col fiatone, inciampo in una pietra e cado in un burrone. RACCONTO Ricordi un brutto sogno? Racconta che cosa hai sognato e che cosa hai provato al tuo risveglio. 71

Brutti sogni, P. Parazzoli