Dov’è nata la vita?, F. Quilici

Il Testo informativo Parole chiave: divulgazione - scienza, vita sulla Terra, animali Dov’è nata la vita? Folco Quilici, Il libro dell’acqua, Garzanti La storia della vita, sul nostro pianeta, è cominciata più di un miliardo e mezzo di anni fa, nell’acqua; nell’acqua delle paludi, degli oceani, dei fiumi. L’acqua è stata sempre il laboratorio straordinario dove è nata la vita. Una vita che in principio era microscopica, minuscola, invisibile. Poi è diventata sempre più grande, complessa. Gli animali si sono fatti giganteschi, forti: alcuni non si sono più nutriti di soli vegetali, di erbe e frutti, ma sono diventati carnivori. Eppure nemmeno quando sono diventati forti e giganteschi i mostri della preistoria si sono allontanati dall’acqua… Sono scomparsi per sempre dal nostro pianeta, sembra, proprio quando sono cominciate delle terribili siccità: ha cominciato a piovere poco o niente, le lagune si sono seccate, i laghi e i fiumi si sono trasformati in deserti. Solo in una piccola isola sopravvive qualche feroce esemplare di quei mostri. Si tratta dei varani, che vivono nella piccola e selvaggia isola dell’Indonesia chiamata Komodo. I varani si nascondono in grandi grotte, danno la caccia alle capre, e sono pericolosi per la gente dell’isola che li chiama dragoni, perché sembrano proprio dei draghi. Tanti tipi di testo Le sequenze informative Il testo è stato diviso in quattro parti, o sequenze. Scegli e scrivi sui puntini il titolo adatto a ogni sequenza. Gli ultimi sopravvissuti: i varani La vita è nata nell’acqua La comparsa dei grandi animali L’estinzione dei dinosauri Scrivo Svolgi prima l’attività “Tanti tipi di testo”, poi copia sul quaderno i titoli e scrivi brevemente il contenuto di ciascuna sequenza.
Il Testo informativo  Parole chiave: divulgazione - scienza, vita sulla Terra, animali Dov’è nata la vita? Folco Quilici, Il libro dell’acqua, Garzanti   La storia della vita, sul nostro pianeta, è cominciata più di un miliardo e mezzo di anni fa, nell’acqua; nell’acqua delle paludi, degli oceani, dei fiumi. L’acqua è stata sempre il laboratorio straordinario dove è nata la vita. Una vita che in principio era microscopica, minuscola, invisibile. Poi è diventata sempre più grande, complessa.   Gli animali si sono fatti giganteschi, forti: alcuni non si sono più nutriti di soli vegetali, di erbe e frutti, ma sono diventati carnivori. Eppure nemmeno quando sono diventati forti e giganteschi i mostri della preistoria si sono allontanati dall’acqua…   Sono scomparsi per sempre dal nostro pianeta, sembra, proprio quando sono cominciate delle terribili siccità: ha cominciato a piovere poco o niente, le lagune si sono seccate, i laghi e i fiumi si sono trasformati in deserti.   Solo in una piccola isola sopravvive qualche feroce esemplare di quei mostri. Si tratta dei varani, che vivono nella piccola e selvaggia isola dell’Indonesia chiamata Komodo. I varani si nascondono in grandi grotte, danno la caccia alle capre, e sono pericolosi per la gente dell’isola che li chiama dragoni, perché sembrano proprio dei draghi. Tanti tipi di testo   Le sequenze informative  Il testo è stato diviso in quattro parti, o sequenze. Scegli e scrivi sui puntini il titolo adatto a ogni sequenza.  Gli ultimi sopravvissuti: i varani  La vita è nata nell’acqua  La comparsa dei grandi animali  L’estinzione dei dinosauri Scrivo  Svolgi prima l’attività “Tanti tipi di testo”, poi copia sul quaderno i titoli e scrivi brevemente il contenuto di ciascuna sequenza.