Da grande farò il giornalaio, L. Mattia

Dentro di me Parole chiave: racconto realistico - progetti per il futuro, giornali, lettura Da grande farò il giornalaio Luisa Mattia, Prigioniero in fuga, Giunti Da grande farò il giornalaio, anche se a qualcuno sembra buffo. A me piacciono molto i giornali e le figurine. L’edicola è piena di cose interessanti da leggere. Io andrò tutti i giorni ad aprirla. La vorrei vicino alla stazione degli autobus, così la gente che va a lavorare avrebbe qualche cosa da fare. Oppure, vicino al mercato della frutta, così i venditori non si annoierebbero quando non c’è da lavorare. Mi pagherebbero anche con le banane o le ciliegie. (Meglio le banane, se posso scegliere). Nella mia edicola metterò tantissimi giornali a fumetti, ma non quelli dell’orrore perché mi fanno paura. Ai bambini regalerò un album di figurine ogni dieci pacchetti. Imparerò a dare il resto; non è difficile. E saprò tutte le notizie del mondo. Quando non ci sarà da fare, mi metterò a leggere anch’io. Tutto quello che stampano io lo leggerò, senza stancarmi. Soprattutto fumetti, ma non solo quelli. Saprò tantissime storie e potrò raccontarle ai miei figli. Se mi sposerò. Sennò, fa lo stesso. Le saprò io e se vogliono le racconterò ai clienti, mentre stanno fermi alla fermata dell’autobus. Scopro le parole Giornalaio è un nome che deriva da “giornale”. Conosci un altro nome che deriva da “giornale”? Scrivo Da grande farò Perché Mi immagino
Dentro di me  Parole chiave: racconto realistico - progetti per il futuro, giornali, lettura Da grande farò il giornalaio Luisa Mattia, Prigioniero in fuga, Giunti Da grande farò il giornalaio, anche se a qualcuno sembra buffo. A me piacciono molto i giornali e le figurine. L’edicola è piena di cose interessanti da leggere. Io andrò tutti i giorni ad aprirla. La vorrei vicino alla stazione degli autobus, così la gente che va a lavorare avrebbe qualche cosa da fare. Oppure, vicino al mercato della frutta, così i venditori non si annoierebbero quando non c’è da lavorare. Mi pagherebbero anche con le banane o le ciliegie. (Meglio le banane, se posso scegliere). Nella mia edicola metterò tantissimi giornali a fumetti, ma non quelli dell’orrore perché mi fanno paura. Ai bambini regalerò un album di figurine ogni dieci pacchetti. Imparerò a dare il resto; non è difficile. E saprò tutte le notizie del mondo. Quando non ci sarà da fare, mi metterò a leggere anch’io. Tutto quello che stampano io lo leggerò, senza stancarmi. Soprattutto fumetti, ma non solo quelli. Saprò tantissime storie e potrò raccontarle ai miei figli. Se mi sposerò. Sennò, fa lo stesso. Le saprò io e se vogliono le racconterò ai clienti, mentre stanno fermi alla fermata dell’autobus. Scopro le parole  Giornalaio è un nome che deriva da “giornale”. Conosci un altro nome che deriva da “giornale”? Scrivo  Da grande farò   Perché   Mi immagino