Prometeo, R. Piumini

IL RACCONTO FANTASTICO PAROLE CHIAVE: dei, uomini, fuoco IL MITO Prometeo La fucina è l officina in cui gli artigiani lavorano i metalli. Adatt. da Roberto Piumini, Il circo di Zeus, Edizioni EL Secondo un antico mito greco, Prometeo era un gigante molto intelligente. Su ordine di Zeus, il re degli dei, aveva creato gli uomini impastandoli nel fango. Prometeo era forte e potente, e gli spiaceva vedere gli uomini sbandare di qua e di là sulla terra, rudi e selvaggi, poco più che animali: era convinto che c era del buono nell umanità e che bisognava aiutarla. Così cominciò ad aggirarsi per la terra e a insegnare agli uomini le arti della caccia e della pesca, della costruzione dei vasi e della tessitura; e insegnava loro anche le regole della vita in comune. Ci fu tra la gente più ordine e pace e si cominciò a vedere e gustare la civiltà. Venne un inverno molto freddo. Gli uomini sapevano coprirsi con pelli di animale o ripararsi in una grotta: ma non conoscevano il fuoco e rischiavano di morire. Prometeo salì fino all Olimpo e chiese a Zeus di poter portare il fuoco agli uomini. Invano tentò di convincerlo. Prima di tornare fra gli uomini bussò al portone della grande fucina di Efesto, il fabbro dell Olimpo. Qui bruciava un fuoco eterno, con il quale il dio fondeva i metalli per le sue opere stupende. COMPRENDO Rispondi sul quaderno. Che cosa pensava Prometeo degli uomini? Che cosa insegnò loro? Perché rubò il fuoco dall Olimpo? Quale punizione diede Zeus a Prometeo? 106 SCOPRO LE PAROLE Collega le parole al significato giusto. Roccia Barlume alta e ripida Giunco Luce debole Rupe Pianta
Prometeo, R. Piumini