Subito, M. Pressler

PAROLE CHIAVE: racconto in terza persona quotidianità, sveglia IL RACCONTO REALISTICO Subito Mirjam Pressler, Caterina e tutto il resto, Piemme Junior Caterina dorme sempre bene, ma soprattutto quelle mattine in cui deve alzarsi. Allora non vuole assolutamente svegliarsi. Sua madre la scuote. Sveglia, Cati! Sono già le sette e un quarto. Caterina si stiracchia. Anche se mi alzassi, non diventerebbe più presto. Che cos hai contro le sette e un quarto? Sua madre tira la coperta giù, Caterina su. La mamma è più forte. Arrivi in ritardo, se non ti alzi subito dice, arrabbiata. Che si possa pronunciare subito in quel modo! Una parola altrimenti così normale. Senza la coperta non è più così bello rimanere a letto. E la coperta è in braccio alla mamma. E la mamma sta ai piedi del letto, e dice: Ogni mattina le stesse storie, con te. Allora Caterina si alza. Va in bagno e fa scorrere l acqua mentre si veste. Qualche volta la mamma ci casca. O forse è davvero così tardi che la mamma preferisce lasciare andare Caterina senza che si sia lavata. L essenziale è che finalmente sia pronta. SCRIVO Anche tu fai fatica ad alzarti al mattino? Racconta il tuo risveglio seguendo l ordine dei fatti. COMPRENDO Quando si svolgono i fatti narrati? Sottolinea nel testo le parole che ti hanno permesso di rispondere. 21
Subito, M. Pressler