Lo sciopero delle vocali, M. Argilli

PAROLE CHIAVE: comunicazione, vocali e consonanti IL RACCONTO FANTASTICO Lo sciopero delle vocali Marcello Argilli, Storie del Tic Tac, Editori Riuniti COMPRENDO Un giorno le vocali decisero di scioperare: si sentivano sfruttate, essendo le lettere più usate dell alfabeto. Naturalmente portarono l esempio della parola aiuole. Vergogna, gridarono ci lavoriamo tutte e cinque con l aiuto di una sola consonante! D ora in poi quelle sfaticate di consonanti lavorino da sole! Così scioperarono. Come fecero? semplice: sparirono dai discorsi e dagli scritti. E appena sparirono successe il finimondo. Quel mattino, uscendo di casa, i bambini invece del solito ciao mamma , ciao papà dissero un bel c mm e c pp da far accapponare la pelle. Non essendoci più le vocali, pronunciavano infatti solo le consonanti. Arrivati a scuola, salutarono il maestro col solito rispettoso Buon giorno, signor maestro , che però divenne un bel Bn grn, sgnr mstr ! A sentire quel grugnito, il maestro si arrabbiò e decise di punire tutti. Invece di Maleducati, tutti puniti! gli uscì però di bocca un buffissimo: Mldct, ttt pnt! che fece scoppiare una risata generale. TANTI TIPI DI TESTO Nella frase si sentivano sfruttate, essendo le lettere più usate dell alfabeto , con quali parole potresti sostituire essendo? Perché erano. Quando erano. Invece erano. Provate a turno a inventare e pronunciare frasi senza usare le vocali. Riuscite a capirvi? Il tempo Quando si svolgono i fatti di questo racconto? Sottolinea nel testo le parole che lo dicono. un tempo: preciso. non determinato con precisione. 81

Lo sciopero delle vocali, M. Argilli