I nomi alterati

GRAMMATICA I nomi alterati 1 Leggi e disegna nei riquadri i nomi evidenziati. Poi rispondi. Se il tempo è più brutto che bello, c è chi porta l ombrello. Se però chi lo porta è un bambino, l ombrello è un ombrellino. Se invece lo porta un bagnino, cresce di misura e di nome e si chiama ombrellone. Se invece lo porta un pagliaccio, allora si chiama ombrellaccio. I nomi alterati si ottengono aggiungendo alla radice un suf sso (-one, -ino, -accio...) che dà una particolare sfumatura di signi cato (grande, piccolo...). Un nome alterato indica sempre lo stesso elemento del nome primitivo, ma ne speci ca una qualità. L. Grossi, Giocare con le parole, giocare con le fiabe, Armando Editore Che cosa hai disegnato? Quattro oggetti diversi. Lo stesso oggetto con caratteristiche diverse. 2 Spiega i nomi alterati. topino gattaccio tavolone casetta manaccia librino momentaccio borsetta piedone lettino 42 piccolo topo ...................................................... ...................................................... 3 Altera i nomi evidenziati per ottenere le caratteristiche indicate dal colore. Poi riscrivi il testo sul quaderno e discuti con i compagni l effetto ottenuto. piccolo e grazioso grande brutto ...................................................... ...................................................... ...................................................... ...................................................... ...................................................... ...................................................... ...................................................... Con una mano la strega accarezzava il gatto , con l altra girava le pagine del suo libro di incantesimi. All improvviso il gatto balzò dietro la pentola posata a terra e iniziò a miagolare: un topo aveva osato intrufolarsi in casa e con le sue zampe rovistava in dispensa

I nomi alterati