La tessitura - TECNOLOGIA: L’industria tessile

Storia Il Neolitico La tessitura Già nel Paleolitico i nostri antenati avevano iniziato a intrecciare rami e giunchi per fare ceste. Nel Neolitico impararono a lavorare i fili ottenuti da lino, cotone e canapa per produrre tessuti. Questi tessuti venivano cuciti insieme per formare abiti da indossare. Successivamente si cominciarono a tessere fili anche con la lana ricavata dal manto di capre e pecore. La tessitura era un lavoro lungo e paziente. Prima si preparava il filo. La matassa di lana o di fibre vegetali veniva lavata e ripulita, poi pettinata e avvolta. La donna la torceva con il fuso e formava il filo. Il filo veniva intrecciato nel telaio: si creava l’ordito, una serie di fili in verticale, e si intrecciava con la trama, un unico filo che passava orizzontalmente. Incrociando pazientemente i fili in verticale e in orizzontale si otteneva la tela. Telaio verticale Pettine in osso Strumenti per tessere e cucire Tecnologia L’industria tessile Il telaio è uno strumento molto antico che si utilizza ancora oggi per produrre i tessuti. I telai di oggi sono diversi da quelli dei nostri antenati: sono telai meccanici che producono molti tessuti in poco tempo. Le fibre tessili provenienti dalle piante come il cotone e il lino sono ancora utilizzate, ma oggi si ricavano fibre anche dal petrolio: le fibre sintetiche. Hai mai sentito le parole elastam e nylon? Fai una ricerca in internet e scopri da che cosa derivano queste fibre.
Storia Il Neolitico La tessitura Già nel Paleolitico i nostri antenati avevano iniziato a intrecciare rami e giunchi per fare ceste. Nel Neolitico impararono a lavorare i fili ottenuti da lino, cotone e canapa per produrre tessuti. Questi tessuti venivano cuciti insieme per formare abiti da indossare. Successivamente si cominciarono a tessere fili anche con la lana ricavata dal manto di capre e pecore. La tessitura era un lavoro lungo e paziente. Prima si preparava il filo. La matassa di lana o di fibre vegetali veniva lavata e ripulita, poi pettinata e avvolta. La donna la torceva con il fuso e formava il filo. Il filo veniva intrecciato nel telaio: si creava l’ordito, una serie di fili in verticale, e si intrecciava con la trama, un unico filo che passava orizzontalmente. Incrociando pazientemente i fili in verticale e in orizzontale si otteneva la tela. Telaio verticale Pettine in osso Strumenti per tessere e cucire Tecnologia L’industria tessile Il telaio è uno strumento molto antico che si utilizza ancora oggi per produrre i tessuti. I telai di oggi sono diversi da quelli dei nostri antenati: sono telai meccanici che producono molti tessuti in poco tempo. Le fibre tessili provenienti dalle piante come il cotone e il lino sono ancora utilizzate, ma oggi si ricavano fibre anche dal petrolio: le fibre sintetiche.  Hai mai sentito le parole elastam e nylon? Fai una ricerca in internet e scopri da che cosa derivano queste fibre.