Il filo magico - Storia-Geografia 3 Sfoglialibro

I NOSTRI ANTENATI Il suo cranio era molto piccolo e il volto scimmiesco. La cosa straordinaria è che questo nostro lontano parente, pur vivendo nella foresta, aveva sviluppato un modo di spostarsi tutto particolare: si muoveva dritto ed eretto tra gli alberi, ma poteva anche spostarsi a terra. Come avrai capito, i nostri antichissimi antenati avevano volti simili alle scimmie e cervelli piccoli, ma cominciavano a sperimentare nuovi modi di camminare eretti su due gambe. Toumai e Ardi potrebbero essersi incontrati e aver conosciuto anche le più antiche specie di Australopiteco, un ominine di cui parleremo più avanti. STORIA CAPISCO E STUDIO Rileggi il testo di queste pagine e sottolinea con i colori indicati le caratteristiche del volto, del cranio e il modo di camminare di Toumai e di Ardi. IL CESPUGLIO EVOLUTIVO Dal ramo che da Panomo porta a Homo cominciano a spuntare i primi cespugli: sono i nostri primi antenati. ARDIPITHECUS PANOMO Cranio di Ardipithecus. Nome: ARDIPITHECUS Età: 5-4 milioni di anni Distribuzione geografica: Etiopia (Africa) Habitat: foresta Caratteristiche fisiche: altezza 120 cm; peso 40 kg; mani e piedi per arrampicarsi, canini piccoli. Cranio: 300-350 cm3 Dieta: onnivora Tecnologia: nessun ritrovamento Particolarità: si spostava eretto tra gli alberi Incontri possibili: con Toumai e con i primi Australopitechi Antenati: sconosciuti Discendenti: forse gli Australopitechi 29
Il filo magico - Storia-Geografia 3 Sfoglialibro